Scattare in analogico in un mondo digitale

Scattare in analogico in un mondo digitale

Scattare in analogico in un mondo digitale

Mi ha sempre affascinato la fotografia analogica, infondo sono nato quando il digitale era in fase embrionale. Le prime macchine erano le usa e getta e le prime foto le ho fatte durante le gite scolastiche.

Chi lo avrebbe mai detto che sarei arrivato ad effettuare servizi di matrimonio in analogica. E’ un esperienza indescrivibile e allo stesso tempo piena di tensione. Non c’è la sicurezza che ti garantisce il digitale. Ma il risultato finale è molto più emozionante, non solo per gli sposi, ma anche per me che vedo finalmente il mio lavoro.

Per il mio 33° compleanno ho ricevuto un regalo molto speciale, una macchina fotografica analogica degli anni 30 appartenuta a mio nonno.

Di questa macchina so veramente poco, a parte qualche leggendaria storia che mi è stata tramandata e un bigliettino ormai sbiadito su cui ci sono scritte delle combinazioni di tempi e diaframmi a seconda della condizione di luce che abbiamo.

Dopo numerose ricerche su internet e qualche consiglio di amici, ho trovato il negozio che fa per me: Ottica Serraglini in Via Pietrapiana a Firenze. Entrare dentro è stato come fare un salto indietro nel tempo, niente digitale, tutto rigorosamente analogico.

Il proprietario del negozio è un signore molto disponibile. Dopo avermi dato la pellicola giusta, una  Ilford HP5 plus rullo 120 bianco nero 400 iso-asa 12 pose, mi ha dato qualche dritta che voglio condividere con voi:

In una giornata piuttosto luminosa, dovresti usare un tempo di 1/100 f 11

Il mirino però non è allineato con la lente, per cui ho grossa difficoltà a mettere a fuoco.

Niente paura, c’è l’ Iperfocale ad aiutarmi. Con le impostazioni che mi ha consigliato l’ esperto di fotografia analogica, dovrei avere tutto a fuoco.

La macchina fotografica è carica, io sono pronto!

Si va a scattare in analogico in un mondo digitale , niente autofocus, esposimetri o istogrammi… e soprattutto non posso rivedere la foto scattata.

Solo 12 pose.

” Pensare bene prima di scattare ” , mi sono detto. Devo scegliere il mio soggetto con attenzione… Vivere a Firenze sicuramente mi da’ una mano, una città ricca di spunti.

La prima foto l’ ho fatta, ancora 11 alla fine…

TO BE CONTUNUED…

FOTOGRAFO DI MATRIMONI A FIRENZE E TOSCANA – @FRANCESCO MORANDINI 2018 -Via Arrigo da Settimello, 1 – 50135 FIRENZE ITALY – P.I. 06449190484

Il gusto retrò di scattare in analogico | La busta

Il gusto retrò di scattare in analogico

Il gusto retrò di scattare in analogico

Era il 4 Aprile quando ho comprato il rotolino per la macchina fotografica analogica di mio nonno.

Sono passati 79 giorni e finalmente posso vedere il risultato dei miei 12 scatti.

Ha proprio un sapore diverso fotografare in analogico, solo 12 scatti, nessuna visualizzazione immediata.

Cerimonia | Matrimonio analogico a Firenze

Matrimonio analogico a Firenze

Matrimonio analogico a Firenze
Sposi: Yanti e Daniel
Cerimonia/Ricevimento: Villa Le Fontanelle
Ricevimento: Fattoria di Travalle
Località: Firenze

FOTOGRAFO DI MATRIMONI A FIRENZE E TOSCANA – @FRANCESCO MORANDINI 2018 -Via Arrigo da Settimello, 1 – 50135 FIRENZE ITALY – P.I. 06449190484